• Maggie

Francesco Cazzulani, Una vita, una famiglia, un Collegio: Recensione



“Una vita, una famiglia, un Collegio”. È con queste semplici parole che i ragazzi di After Spell Studios ci presentano il loro documentario sul lodigiano Collegio Francesco Cazzulani (oggi Istituto di scuola media), dedicato ai suoi cento anni. Il film gira intorno alla storia della vita di Francesco Cazzulani e della sua famiglia. Raccontato con la partecipazione della compagnia teatrale “Il Pioppo”, che si incentra sull’interpretazione di quelle che avrebbero dovuto essere le figure di Francesco Cazzulani, sua moglie, i suoi figli, i figli dei suoi figli e così via, cercando sempre di raggiungere il loro lato più umano. Il tentativo dunque non è stato unicamente quello di raccontare la loro vita all’interno della storia, ma anche di raccontare le persone che questi ultimi sono stati, non tralasciando il segno indelebile che hanno lasciato nella vita dei loro ex studenti. Come possiamo ascoltare all’interno delle interviste, vi sono anche ragazzi degli anni Cinquanta, e ancor precedenti, che ricordano felicemente il tempo trascorso al Collegio (soprattutto la figura di Giovanni, il figlio di Francesco che portò avanti per oltre trent’anni la direzione del Collegio). Grazie alle interviste riusciamo ad avere un’ulteriore immersione nella storia, già accompagnata dalla morbida voce di Tiziano Eugenio Bertrand, che fa scorrere chiaramente e fluidamente la narrazione.

Il fantastico lavoro di scrittura del film, che i ragazzi di After Spell Studios hanno curato con grande dedizione, ha richiesto non poca attenzione riguardo alle documentazioni storiche e, in parte, è stato basato sul libro di Elena Cazzulani.

I registi di After Spell Studios affermano, «Abbiamo cercato di catturare quello che era il lato umano delle persone che hanno vissuto questa storia. Abbiamo osservato nel dettaglio molti documenti storici. Abbiamo letto, a più riprese anche, il libro di Elena Cazzulani; e da lì molte delle scene che potete vedere in questo film sono nate».

È così che è nato questo documentario, unicamente basato sulla reale storia del Collegio.

La storia comincia con un bambino. Il giovane Francesco. Bambino molto intelligente che dimostrerà un forte interesse per la cultura e, grazie a questo suo interesse, diventerà maestro di scuola elementare. Con sua moglie, Francesco decise di fondare questo Collegio. Un collegio diverso dagli altri (che in genere miravano a una istruzione militare e dura), un collegio il quale obbiettivo era quello di dare una rigida istruzione ai suoi ragazzi, istruzione fondata in parte anche sul gioco, e sulla caratterizzazione del Collegio non come struttura formativa, ma come famiglia.

Francesco, come specificato nel documentario, fu l’uomo che cambiò il volto dell’educazione a Lodi. Sue testuali parole furono:

«Il mio pensiero fu sempre futurista. Per me il passato non conta, se non per gli insegnamenti che ci tramanda. Il presente è un attimo che non ci lascia il tempo di riflettere. È l’avvenire che conta assai. In esso il cuore, la mente e la volontà possono spaziare per cogliere quei pochi fiori e abbattere gli sterpi che ingombrano il nostro cammino, che conduce alla vetta sulla quale si nasconde l’ambita e meritata ricompensa».

Si tratta di una produzione in collaborazione con l’Istituto Francesco Cazzulani. Studenti e insegnanti hanno collaborato come attori. L’intero Istituto si è mobilitato, prestando gli spazi e i volti che hanno permesso a questa storia di essere narrata.

Molto belle sono le parole di Mario D’Angelo, testimone come studente dell’ex-Collegio, che dice:

«Quelli che ci saranno fra cento anni, che a un certo punto verrà loro ricordato che bisogna festeggiare i duecento anni del Cazzulani, potranno dire, facendo vedere la documentazione che vien fuori da quella manifestazione del primo centenario, “Vedete questi qui? Qui c’è gente che, due secoli fa, frequentava il Cazzulani. Sono qui rappresentati in questa fotografia”».


#recensione #francescocazzulani #collegio #storia #raccontiinprimapersona #documentario #video

0 visualizzazioni
  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • YouTube

ADMIN

Margherita A. Terrasi

EMAIL

missmaggiepaper@gmail.com

Autrice e grafica, Milano

spaccio_mmp.png
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now